Suor Maria Bettinsoli


Responsabile sanitaria della provincia di Camiri

Suor Maria Bettinsoli, che fino a pochi mesi fa gestiva e lavorava nella provincia di Santa Cruz, e meglio al centro diurno Villamontes, è stata trasferita nella regione di Caimiri che è immensa ed abbraccia sette comuni, uno di 74000 KMq di estensione, le distanze sono grandi.

In questa regione ha assunto l'incarico di gerente di Cordillera e gestisce 10 ospedali di area e 65 postazioni sanitarie. Il servizio regionale non ha dato loro nemmeno un centesimo per potersi muovere e seguire i servizi e progetti in corso, a volte per visitare un servizio deve fare 500 km di strada sterrata e lontana, le strade sono ancora di terra. Nella zona della Cordillera è molto forte la presenza della Assemblea del Pueblo Guaranì (APG), Suor MAria conosce personalmente il nostro partner locale per il progetto di filiazione, Renàn Sanchez.

L'Associazione Memorial Flavia ha pensato di sostenere Suor Maria aiutandola a coprire le spese della benzina per poter così visitare e gestire con meno preoccupazione finanziaria, le postazioni sanitarie.

Per meglio darvi una idea riportiamo parte delle mail ricevute.

mail del 31 agosto 2008:

" ...Politicamente siamo in rivolta, ora è vero il presidente è stato confermato però l'opposizione fa di tutto per mettere trappole, in dicembre si voterà per approvare o no la Costituzione, Santa Cruz è la regione che mette sotto sopra tutti, in questi ultimi quindici giorni la zona del Chaco è bloccata. L'altro giorno per poter arrivare a santa cruz a prendere i vaccini, siamo dovuti entrare per strade da non descrivere ed attraversare il fiume che grazie a Dio in questo tempo non è altqa l'acqua, per rientrare ho dovuto chiedere il permesso ai militari......"

mail del 5 settembre 2008:

" .....ieri siamo andati in una comunità per una riunione dove avevamo programmato soprattutto di parlare sull'attenzione allle persone con handicap ed anche per ragazzi adolescenti nelle diverse scuole. La strada era bloccata dai militari così abbiamo deciso di entrare per il fiume e in strade secondarie, vi mando le foto per rendervi meglio l'idea delle difficoltà." .