Filiazione dei bambini guaranì


Progetto 2007 - 2008

Uno dei diritti fondamentali e di base di ogni cittadino è l'identità riconosciuta dallo Stato. In Bolivia, nella regione guaranì di Itika Guasu, più del 50% dei bambini guaranì tra i 0 e 12 anni non è iscritto nel Registro Civile del Paese e non ha quindi un documento legale quale il Certificato di Nascita. Questo perché fino a poca fa l'ottenimento del documento comportava costi ingenti per le famiglie che ci rinunciavano, anche perché non erano in grado di capire l' importanza di tale documento.

Con il nostro progetto intendiamo fornire sostegno legale e logistico ai bambini di questa regione per l’ottenimento del documento d’identita’.

Grazie al vostro prezioso sostegno, questi bambini saranno pienamente abilitati quali cittadini boliviani.

In futuro potranno partecipare alla vita sociale del loro Paese, esercitare i propri diritti individuali e civici e nell'insieme beneficieranno di maggiori opportunità di uguaglianza. Potranno ad esempio muoversi liberamente dentro e fuori dal proprio paese, ed iscriversi alle scuole superiori.

Il progetto di filiazione dei bambini guaranì è nato da una diretta necessità della popolazione locale, che si è espressa attraverso la sua Assemblea (APG). Questa richiesta si iscrive nella strategia di sviluppo del popolo guaranì ed è considerata da loro una priorità, ciò che costituisce per noi una garanzia di successo.

Il nostro partner locale in Bolivia è l’E.A.P.G. (Equipo de Apoyo al Pueblo Guaranì), Organizzazione non Governativa, che accompagna e sostiene il popolo guaranì di questa regione da quasi 20 anni nel lungo processo di sviluppo. Tramite il GSGB, abbiamo avuto la fortuna ed il piacere di conoscere Renan Sánchez, direttore dell'E.A.P.G e coordinatore del nostro progetto con il quale manteniamo regolari contatti via email, permettendoci quindi di essere regolarmente informati sull'andamento del nostro progetto.

Il progetto è iniziato il mese di settembre 2007. La Dot.ssa Alba Tórrez, avvocatessa, è stata assunta quale responsabile legale del progetto. Il responsabile dell'Educazione dell'E.A.P.G. ha censito in modo sistematico tutti i bambini al di sotto di 12 anni della regione: sono 542 e provengono da 14 comunità. Di questi solo 90 avevano i documenti in regola. Per 112 sono state avviate le necessarie procedure amministrative onde corregere piccoli errori. Per 79 bambini, gli errori presenti nei documenti erano tali da necessitare l'avvio di procedure giudiziarie di correzione. I rimanenti 261 non erano iscritti, per loro sono state avviate le pratiche di iscrizione.

Inizialmente si prevedeva una durata complessiva del progetto di 1 anno, nella pratica questa sarà difficile da rispettare per via dei tempi processuali; un certo ritardo è anche stato accumulato inizialmente, poiché è stato difficile trovare una brava avvocatessa disposta ad andare a lavorare in una zona rurale con il popolo guaranì.

altre foto...